Salta al contenuto principale
Assessore Leo
Interviste | 22 luglio 2021

La scommessa del futuro è l’acqua: la Puglia è pronta

Intervista all’assessore regionale Sebastiano Leo

La sfida del futuro si giocherà sull’acqua. Come ha affermato il presidente di Aqp, Simeone Di Cagno Abbrescia, nella presentazione dell’ultimo report integrato dell’ente, bisogna trovarsi preparati ad una sfida globale sull’oro blu. Il cambiamento del clima, con il surriscaldamento del pianeta, l’eccessiva crescita demografica mondiale con un conseguente incremento notevole dei consumi, l’inquinamento di fiumi e falde sotterranee, rende l’acqua un bene sempre più prezioso. Qualcuno ipotizza addirittura che nei decenni a venire si possa usare l’acqua come strumento di guerra, in alcune aree del mondo. Aqp ha intuito in anticipo questi scenari e si è attrezzata per tempo. Bisogna cambiare gli pneumatici mentre l’auto è in corsa. L’ente si muove ormai su piani diversi, rendendo sempre più efficienti i sistemi di depurazione idrica e soprattutto cercando cervelli, nuove competenze, specialità e professionalità. Questo è uno dei pilastri fondamentali che fa da sfondo allo scenario di una Regione che intende competere alla pari delle altre Regioni settentrionali. In questa intervista, l’assessore regionale a formazione e lavoro, politiche per il lavoro, formazione professionale, Sebastiano Leo, fa il punto della situazione e delinea visioni future.

Attenti alla crescita professionale del personale

Nei decenni futuri, la risorsa idrica sarà sempre essenziale per la comunità mondiale. Nel corso della presentazione dell’ultimo report integrato di AQP è giunto il richiamo autorevole del presidente, Simeone Di Cagno Abbrescia. Acquedotto Pugliese, sin dal 2014, ha attivato AQP Water Academy, learning center di eccellenza e incubatore di capacità distintive in grado di promuovere la cultura tecnico-professionale sulla gestione del ciclo integrato. Quale il futuro della Regione Puglia da questo punto di vista?

"La risorsa acqua è evidentemente quella a cui noi tutti dobbiamo guardare con massima attenzione e rispetto. Ripetere come fosse un mantra che l’acqua è il bene pubblico più prezioso che abbiamo a disposizione non è più sufficiente. Siamo chiamati ad una grande sfida e quello che noi possiamo fare per contribuire in questa campagna è lavorare per innalzare le competenze e la qualità del nostro capitale umano. In questa direzione la Regione Puglia ha già avviato un percorso che volge verso la formazione professionale e la creazione di figure altamente qualificate. Questo processo avviene solo se si crea sinergia tra le parti, se si dà la possibilità di studiare ma al tempo di formarsi sul campo. La Regione si muove in tale direzione, lo stesso protocollo d’intesa tra Regione Puglia e AQP Water Academy ne è un esempio concreto con particolare riferimento alle nuove professionalità collegate al mondo complesso della risorsa idrica. Un lavoro di grande sinergia con un contributo importante da parte della sezione formazione della Aqp Water Academy decisamente attenta nella crescita professionale del personale".

Lo sport insegna che in un gioco di squadra si raggiungono traguardi importanti A marzo 2021, la firma di una convenzione tra AQP e Acquedotto Lucano. È finalizzata alla progettazione, organizzazione ed erogazione di corsi e moduli formativi rivolti al personale di Acquedotto Lucano, finalizzati alla trasmissione di nozioni, informazioni, prassi e best practice di carattere tecnico, operativo e manageriale correlate al settore del servizio idrico integrato. Una sfida importante per questa parte di Mezzogiorno?

“Il dialogo interregionale è fondamentale nel processo di crescita del Sud. La diffusione delle best practice è il giusto modello da seguire affinché tutto il Mezzogiorno vada in un’unica direzione di sviluppo con uno sguardo attento al territorio. Non si può pensare di andare avanti da soli, lo sport insegna che in un gioco di squadra si raggiungono traguardi importanti più facilmente. Noi dobbiamo pensare in questo modo, creare le condizioni affinché i nostri ragazzi abbiano gli strumenti per potersi formare sul territorio e nello stesso tempo affinché non abbiano la necessità di lasciare il Mezzogiorno alla ricerca di un lavoro. Abbiamo tutte le competenze e gli strumenti per lavorare in questa direzione e se questo vuol dire anche ripetere modelli che funzionano non può che essere un motivo d’orgoglio”.

La firma della convenzione AQP e Acquedotto Lucano
La firma della convenzione AQP e Acquedotto Lucano


Guardiamo nella stessa direzione di AQP Water Academy

La Regione Puglia può, a suo avviso, presentare un livello ottimo della formazione professionale in Puglia nel settore della gestione della risorsa idrica integrata, un buon biglietto da visita su scala nazionale grazie ai servizi di AQP Water Academy?

“La Regione Puglia vanta un livello di formazione professionale già alto. Di questo ne sono particolarmente orgoglioso perché, evidentemente, è stato individuato il giusto percorso. Gli ultimi dati analizzati in Puglia ci raccontano di giovani che, tramite la formazione professionale, hanno trovato più facilmente lavoro e che, nonostante la crisi dettata dalla pandemia, non hanno subito conseguenze come il licenziamento. Dunque è indiscutibile che la Regione Puglia ha centrato l’obiettivo: formare i giovani per consentire un accesso più fluido nel mondo del lavoro, ma anche far sì che questo sia più stabile e meno precario. Se questo è il fine ultimo è evidente che guardiamo nella stessa direzione di AQP Water Academy, lo dimostra l’accordo già avviato e che persegue un percorso virtuoso destinato ai giovani in cerca di lavoro ma che nello stesso tempo risponde alle necessità del mondo della distribuzione e della captazione idrica nel rispetto del territorio”.

La presentazione del master Lum
La presentazione del master Lum


Dobbiamo concentrare i cervelli in Puglia

Nascono collaborazioni importanti con l’istituzione scolastica di qualità nell’ambito dell’alta formazione specialistica professionalizzante. Si pensi alla collaborazione tra AQP e l’ITS “A. Cuccovillo” di Bari, uno dei primi istituti tecnici superiori d’Italia. È in corso il Partenariato con Foris di Brindisi (Capofila del Partenariato europeo ed Ente di Formazione di Confindustria Brindisi) in relazione al Percorso formativo post diploma per la figura di “Tecnico della Gestione Idrica integrata” che ha visto AQP partecipare nell’erogazione nella formazione teorico-pratica. È attiva una partnership internazionale con università internazionali come l’Universitat Politecnica de Valencia, la University College Cork – National University of Ireland e molte altre. Un crocevia tra formazione professionale, risorsa idrica e scuola?

“È certamente importante fare in modo che i nostri ragazzi si spostino fuori dall’Italia per poi tornare con un bagaglio ricco di maggiori competenze. Nello stesso tempo è importante essere attrattivi per quelle menti che devono apportare un contributo al territorio. Noi dobbiamo fare in modo che si crei un flusso contrario della fuga di cervelli, dobbiamo invertire la rotta affinché si concentrino qui, nella nostra regione, le più alte competenze. Attraverso la collaborazione e lo scambio tra le istituzioni, Its e aziende, si possono creare quei laboratori che uniscono il pubblico e il privato per la formazione professione di alto livello. L’interazione delle parti favorisce il percorso di sviluppo per una più pronta risposta alle esigenze del territorio in una direzione innovativa e competente. Noi, come Regione, siamo un esempio virtuoso per l’Italia e continuiamo a fare la nostra parte con creazione di nuovi Its e con una sempre più attenta analisi delle esigenze”.

Studenti dell'Its Cuccovillo del corso meccatronico
Studenti dell'Its Cuccovillo del corso meccatronico

 

Condividi su